Questo è un blog a impatto zero!

Questo è un blog a impatto 0!

o emissioni di co2 grazie a doveconviene
by Doveconviene.it

martedì 3 aprile 2012

Diventare totalmente Bio? Si può, ma...

...ma non è per niente semplice.
Innanzitutto, è costoso, esageratamente costoso. Bisogna considerare di fare un passaggio graduale, ma sfortunatamente i prodotti non durano in eterno e prima o poi bisogna sostituirli. 
Io ci sto provando, e vi assicuro che non è facile e che il mio portafogli sta piangendo lacrime amare...  

Lasciate che vi racconti un po' la mia avventura.

Tutto è cominciato quando Verya (la mia collega di blog) mi ha avvertito della presenza di ingredienti molto dannosi in quasi tutti i prodotti per la cura della pelle che si trovano in commercio. Ho così scoperto che le due creme che usavo per il viso (ovvero il cera di cupra per pelli secche - che mi aveva fatto diventare la pelle UNTA da morire - e la mattifing cream di essence) erano ricche di schifezze che invece che nutrire la mia pelle, la stavano rovinando a lungo andare. 
Ho interrotto subito le cure praticate precedentemente, e per prima cosa mi sono procurata una crema viso che fosse totalmente bio.
E così, sempre grazie a Verya, sono stata indirizzata in un negozio in centro a Lucca, che sono fiera di poter avere nella mia città: Tiaré. Vi metto ovviamente il link per lo shop online, se volete acquistare qualcosa:  http://www.tiarelucca.it/
La mia idea era quella di acquistare solo una crema, ma ho scoperto quel giorno che il negozio teneva anche prodotti cosmetici naturali, fra cui quelli della Neve Cosmetics
Così quel giorno sono tornata a casa con il kabukino di Neve (il deerbuki), la palette degli Intensissimi, e la tanto sospirata crema bio per il viso.
Se avrete letto i miei vecchi post, saprete che si tratta della crema de La Saponaria, Aloe Vera e Argan. Se ve lo siete perso, qua potrete leggere il mio primo approccio con questi prodotti: Incredibile ma vero...e prodotti BIO.
Dopo appunto un mese di trattamento, posso dirvi che la mia pelle sta molto meglio. Tralasciando i brufoletti di quando esagero con la cioccolata o di quando sono vicina al mio "periodo", non ho assolutamente problemi sul viso. Idrata, si asciuga in fretta, non unge. E' davvero perfetta. La utilizzo anche per il contorno occhi.
E per quanto riguarda le maschere?
Potete scegliere sia di comprarle che di farle in casa. Fino ad adesso, ho utilizzato la maschera La via della seta di Lush. Stranamente mi sono trovata benissimo... (se volete saperne di più potete leggere qua: Compleanno e...qualche piccola novità ). Ma è davvero la Lush totalmente BIO? No ragazze, non lo è. Dietro all'aspetto adorabile, ai profumi stupendi, alle consistenze particolari, ci sta di fatto che la Lush non è 100% bio. Alcuni prodotti più, altri meno, ma non tutti possono definirsi davvero biologici, e inoltre la maschera fresca costa ben 8 euro...come fare? 
Non ho ancora provato, ma ho intenzione di risolvere il mio problema facendomi la maschera in casa. E ho intenzione di provare la ricetta al cacao (trovate la ricetta qui: Curati con il cacao! )
Per quanto riguarda il tonico, da qualche mese sto provando un tonico fai-da-te proposto da Carlita  (penso che la conoscerete tutti, è la famosa "spignattatrice" di You Tube) all'aceto di mele e scorza di limone. Non vedo però grandi differenze se usato o no: in molte infatti dicono che il tonico è totalmente non idispensabile, e potete scegliere voi se acquistarlo o no. In caso vogliate riprodurre il tonico di Carlita, vi linko il video da cui anche io l'ho preso: Tutorial Tonico Naturale Arance e Limoni FAI DA TE.
E per quanto riguarda la pulizia? Qua ho ancora un grandissimo vuoto. Utilizzavo una saponetta della Dove, fino a qualche giorno fa che mi sono detta "Ma sarà salutare? Avrà un buon inci?" Non potendolo verificare, ho deciso di smettere di lavarmi il viso con quella per un po' per vedere se la mia pelle migliora. In tal caso, la userò per lavarmi le mani! Nel frattempo userò soltanto l'acqua sul viso, e vedremo. Il top sarebbe procurarsi un detergente viso, ma a questo penserò più avanti.
Sono definitamente passata anche alla base del viso BIO: fondotinta Fair Neutral di Neve Cosmetics, correttore Yellow di Neve Cosmetics, cipria Clear di Mineral Will Work 4 U, blush Cherry Flower di Neve Cosmetics, contouring con il Kit Ombraluce sempre di Neve Cosmetics (parlo di alcuni di questi prodotti qui: Minerale, quest (s)conosciuto!, per gli altri prodotti dovrete aspettare le prossime review). Sono tutti prodotti validissimi, biologici, splendidi. Con questo, ho anche acquistato una delle matite pastello (la beige/avorio) e alcuni ombrettini (Coco, Fifth Avenue, Oro colato e Oro Rosa) con i quali mi sto trovando magnificamente (assieme anche a quelli della palette degli Intensissimi). Passare al biologico significa anche passare al Cruelty Free, ovvero ai prodotti non testati sugli animali e ai pennelli sintetici. Non crediate che i pennelli sintetici siano meno morbidi di quelli animali: al contrario, sono MOLTO più morbidi! Assieme al Kabuki DeerBuki, ho anche il Blender (sempre di Neve) e il mini pennellino omaggio.
Ma il passaggio al biologico non finisce qui: c'è ancora da prendere in considerazione la cura del corpo e dei capelli...
Mi sono concentrata principalmente sul viso, mettendo in secondo piano corpo e capelli (trovavo infatti più importante inizialmente il curare il viso). Con pazienza, arriverò al totale passaggio al biologico, che non è semplice come sembra. 
Intanto, per i capelli ho scoperto uno shampoo davvero bio e a bassissimo prezzo! Si tratta di uno shampoo dell'Esselunga, della serie bio... ho controllato l'inci ed è tutto verde! Consigliatissimo a tutte. Invece non ho trovato un balsamo della stessa serie, e ho dovuto prenderne uno di Garnier (per quanto io ODI profondamente questo marchio, in quanto testa sugli animali) della serie Ultra Dolce, probabilmente non del tutto a inci verde ma per lo meno libero da parabeni e petrolati.
Per il corpo ho iniziato da poco a lavarmi con una saponetta al posto del bagnoschiuma: sono molto economiche (costano solo 2,50 euro) e ci sono di tantissimi "gusti". La mia è al Ginepro (ragazze io amo l'odore del ginepro...). Non ho ancora recensito questa saponetta poichè l'ho utilizzata una volta sola, ma potrete trovare foto e informazioncine varie nel post del mio secondo blog Blog 2 Shopping e Recensione Film
La crema idratante ancora devo acquistarla: so che sarà uno degli elementi più costosi e il suo acquisto mi preoccupa un po'. Si comincia a risparmiare, insomma... 
Dimenticavo! Ultimo acquisto da Tiaré (assieme all'ombretto bianco matte Coco) è stato un burrocacao di Lavera, il classico all'aloe, per le mie labbra secchissime... Vi farò sapere come mi ci trovo!

Vi mando un bacione e spero di non avervi annoiate... e fate un pensiero anche voi al biologico!!!

- Chryssa. 
 
 

1 commento:

  1. Già è super difficile e costoso ma ce la faremo :)

    RispondiElimina